Chi è alla ricerca di spiagge incantate dove trascorrere del tempo a contatto con la natura godendo di acqua cristallina dovrebbe visitare il prima possibile Porto Selvaggio. Si tratta di una delle spiagge più famose e apprezzate di tutto il Salento, una baia paradisiaca posizionata poco lontano da Nardò, proprio sulla costa ionica. Porto Selvaggio è circondata da 1000 ettari di parco naturale e viene visitata ogni anno da migliaia di turisti che intendono godere della piccola baia di sassi e scogliera e di una vera e propria oasi di verde.

Cosa vedere a Porto Selvaggio? Bisognerebbe visitare due località in particolar modo: la Baia di Porto Selvaggio e la Baia di Uluzzo. Sono due zone molto belle dove sostare per fare un bagno e un tuffo in mezzo a un paesaggio unico. A circa un chilometro da Santa Caterina, in direzione di Porto Cesareo, si trova Villa Tafuro, uno degli ingressi al Parco. Da qui parte un sentiero suggestivo che porterà alla Baia di Porto Selvaggio, una baia stupenda, piccola, con sassolini e scogliera.

La baia di Uluzzo è situata leggermente più a nord che offre una splendida vista. A differenza della baia di Porto Selvaggio, quella di Uluzzo si presenta come più impervia e più difficile da raggiungere. Si tratta del paradiso per gli amanti del trekking e dei tuffi. Il consiglio è quello di rimanere a godersi la baia fino al tramonto, quando il sole colorerà di riflessi rossastri la baia e scenderà proprio dietro alle rovine della Torre di Uluzzo. Anche gli amanti della storia possono visitare Porto Selvaggio, ad esempio nella Grotta del Cavallo sono stati ritrovati reperti dell’uomo di Neanderthal.