Santa Maria di Leuca è famosa per il suo faro iconico. Con i suoi 47 metri di altezza e la sua posizione a 102 metri sul livello del mare, è il secondo faro più importante d’Italia, dopo Genova. Accanto al faro si trova il grande Santuario, o Basilica, De Finibus Terrae (“Fine della Terra”, 1720-1755), costruito per commemorare il passaggio di San Pietro qui durante il suo viaggio in Italia. È dedicato a Santa Maria (da cui la città prende il nome di Santa Maria di Leuca). Si trova sull’ex sito di un tempio romano dedicato a Minerva. L’edificio ha una struttura fortificata e durante la sua esistenza ha subito numerosi assalti da parte dei pirati algerini. Nello stesso sito fu eretta una colonna corinzia nel 1939 per celebrare la costruzione dell’Acquedotto pugliese (Acquedotto Pugliese). La basilica è collegata al porto attraverso una scala di 284 gradini.

La spiaggia di Santa Maria di Leuca, non lontano dal comune di Castrignano del Capo, rivela la sua forma a mezzaluna, a pochi metri dalla bellissima passeggiata.

Sabbia e scogliera si alternano offrendo una vista affascinante e la possibilità di fare il bagno nell’acqua del Finibus Terrae, all’ombra delle “bagnarole”, i caratteristici edifici sulla scogliera dove, nel secolo scorso, le donne nobili erano solite fare il bagno, lontano da occhi indiscreti.

Ci sono due spiagge sabbiose lungo la passeggiata: la prima è vicino all’Hotel Terminal, la seconda quasi nel mezzo della baia, mentre è possibile entrare nel mare da altre parti direttamente dalle scogliere. Le spiagge pubbliche si alternano a quelle private.

Verso Punta Ristola, che chiude la baia a ovest, la costa è invece più liscia e chiara, ma sempre rocciosa. Puoi scegliere di fare il bagno nelle vicinanze delle rovine di Torre del Marchiello o raggiungere via mare la scenografica Grotta degli innamorati, dove sorgono sorgenti d’acqua dolce, mentre all’estremità della caverna si nascondono due piccoli appezzamenti di sabbia.

Le spiagge sabbiose nelle vicine Felloniche, Posto Vecchio, Torre Vado e Pescoluse sono eccellenti per le famiglie e ben attrezzate con stabilimenti balneari, bar, ristoranti e altri servizi, mentre i più drammatici tratti di costa, come descritto da Virgilio, presentano scogliere rocciose trafitte da circa 30 grotte carsiche. Il modo migliore per davvero queste affascinanti formazioni geologiche è in barca e non c’è carenza di marinai locali pronti a portarti in mare al largo della costa dove finisce il mondo!